EMANUELA ZAGO

Emanuela Zago nasce il 24 marzo 1981 e, pur amando fin da piccola la velocità e l’adrenalina da essa derivata, scopre il mondo dei rally solamente nel 2007. All’età di 5 anni con il fratello maggiore scorrazzava in lungo e in largo con il motorino della madre, mentre ad 8 anni si ritrovava con i coetanei in un magazzino dove gareggiavano a suon di salti con le biciclette. La cosa che più la faceva sognare era andare a vedere gli amici più grandi che si divertivano nei campi con le moto da cross, quello era un momento speciale per Emanuela.

Passarono gli anni e nel 2002, a 21 anni, iniziò a lavorare in una fabbrica di meccanica. La rapidità e la scioltezza nell’imparare il lavoro stupirono la stessa Emanuela, quindi le venne proposto di frequentare un corso di meccanica di base. Una grande soddisfazione per lei, fu la prima donna dell’azienda a frequentarlo.

Nel 2007 ci fu la svolta, l’anno in cui il fratello maggiore la portò a vedere il suo primo rally. Notte, buio, freddo e la perplessità di dover assistere al passaggio delle vetture a bordo strada, la fecero rimanere rinchiusa in auto, ma non ci volle molto perché scendesse al passaggio del primo equipaggio. Fu un vero e proprio colpo di fulmine. L’idea di essere protagonista un giorno, e non solo spettatrice, si radicò in Emanuela, ma dovette aspettare il 2013 quando il caro amico Oscar la mise in contatto con un navigatore del Team Bassano, Thomas. Grazie a lui viene iscritta al corso navigatori a fine gennaio della Bassano Rally Racing e a fine gennaio 2014 consegue la licenza di navigatore. All’esame pratico viene notata per la precisione nel dettare le note, oltre che per la sua grande passione, e l’esaminatore Gigi la consiglia ad un suo amico pilota. Con lui partecipa a bordo di una Opel Kadett Gte alla sua prima gara di regolarità ad aprile 2014, aggiudicandosi il terzo posto di classe.

A giugno seconda gara, questa volta un rally vero della durata di due giorni: al Rally della Lana si aggiudica il 6° posto assoluto con una A112 Abarth. Alla regolarità del Monte Venda corre la terza gara della carriera, mentre a settembre partecipa, sempre come navigatrice, al Rally Città di Bassano.

Per accrescere la professionalità in gara ha seguito il corso navigatori presso la Caneva Rally School con Maurizio Barone, mentre a fine novembre il suo grande momento. Sale in vettura come pilota al Mariano Dal Grande e riesce a coronare finalmente il suo grande sogno. Navigatore per l’occasione l’amico Maurizio.

“E’ stato un anno incredibile quello appena passato – rivela Emanuela – e non posso fare altro che ringraziare tutti, a cominciare da Oscar Berton, il mio più grande sostenitore, Thomas Ceron, che mi ha aiutato ad iniziare, Nicola Terrassan per la sua continua disponibilità, tutto il Team Bassano ed in particolare Alvise Scremin e Mauro Valerio per la grande sopportazione nei miei confronti. Grazie anche al mio navigatore Maurizio Palazzo, coraggioso nel salire con me in auto alla mia prima gara da pilota, a Giampaolo Bizzotto (Otto Bizz) per i suoi ottimi consigli di guida e a Sport & Comunicazione per la gestione della mia immagine sportiva. Un ringraziamento particolare ed immenso va al mio fidanzato Denis, per la pazienza, il sostegno, l’aiuto, il conforto, il tifo e la gioia che sa regalarmi. La mia riconoscenza più grande va a lui, soprattutto per il nuovo casco che mi ha regalato, ora speriamo nella tuta…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *