MARCO SPINACE'

Marco Spinacè nasce a San Donà di Piave il 19 febbraio 1994 e inizia la sua carriera fin da piccolo grazie alla passione per le moto del papà. Vivace e sempre in sella, all’età di 9 anni i suoi genitori gli regalano la sua prima moto, una LEM 50cc, e fin da subito dimostra di non avere nessuna paura e timore. Vista la determinazione decisero quindi di cambiare moto e gli presero una Kawasaki 85cc. Dopo qualche mese di divertimento e con qualche consiglio si iscrive alla prima gara all’età di 11 anni al Campionato Regionale del Friuli vincendo la sua prima coppa di primo classificato di categoria. Da lì continuarono i duri allenamenti e con essi arrivarono sempre nuove soddisfazioni. Marco era nato per stare su una moto e vinse il primo campionato regionale FVG. Con il passare degli anni il livello di Marco aumentava e, per stare al passo dei piloti del suo stesso livello, il tutto diventava economicamente difficile. Ma Marco non si arrese, diventa più grande e cambia categoria, e quindi cilindrata, e il primo anno non ha grandi soddisfazioni. La sua famiglia fa tanti sacrifici per affrontare ogni stagione con una moto nuova ma il livello raggiunto non era abbastanza per competere con gli altri piloti. Infatti non riusciva ad affrontare tutte le gare del campionato e quindi a fine stagione non riusciva a portare a casa il risultato che si meritava. Il tempo passa e la famiglia di Marco non può più permettersi di affrontare le spese riguardanti le corse. Nel novembre 2012 smette di correre ma non per molto; gli viene proposto dal team The Riders Factory di San Donà di Piave di affrontare a loro spese, nel migliore delle loro possibilità, la stagione 2013 offrendogli di correre in sella ad un Kawasaki 450cc. Dopo solo due mesi, con una moto nuova e con una cilindrata superiore, affronta la sua prima gara della stagione del campionato regionale veneto dove chiude in decima posizione. Nel frattempo acquista feeling con la moto nuova e Marco riceve la proposta di partecipare a due gare di campionato europeo CSEN dove però può gareggiare con una moto di cilindrata inferiore, cioè tornare al 250cc. Dopo molte fatiche e con l’aiuto di molte persone riescono a trovare una moto per gareggiare, un Honda 250 di qualche anno, ma Marco non si scoraggia e non perde questa grande opportunità. Senza provare la moto, e senza allenamenti con essa, parte per la Germania dove non ottiene però grandi risultati. Nella seconda prova a Mantova, in Italia, ottiene risultati migliori chiudendo circa a metà gruppo. Torna a casa con un grande bagaglio di esperienza e finisce il campionato veneto nella categoria 450 cc. A quasi ogni gara riesce andare a podio e chiude il campionato in seconda posizione under 21 e quinto assoluto. Per svariati problemi famigliari non è più stimolato a correre e lascia il mondo del moto cross per quasi 4 anni. Fino a quando incontra la sua fidanzata che lo aiuta a ritrovare sé stesso e ad inseguire il suo sogno. Risale in moto nel gennaio 2017 con una Kawasaki 250cc e nell’unica gara svolta quest’anno ha dimostrato una grande grinta, determinazione e un secondo posto di classe nella categoria élite. Ora Marco sta lavorando per la stagione 2018 dove affronterà il campionato Top Rider che comprende il nord Italia e il campionato friulano. Oggi, grazia alla sua fidanzata Greta, a Sport & Comunicazione, al suo meccanico Fabio e al team H-Gar può continuare a rincorrere il suo sogno.

marco-spinace