MATTIA GHION

Mattia Ghion nasce a Cittadella (PD) il 2 ottobre 1986. La passione per i motori, e per i rally in particolare, nasce grazie ad una Lancia Delta Evoluzione relegata in un angolo di una concessionaria. All’epoca era ancora un bambino, ma per lui fu amore a prima vista. Da quel momento il papà comincia ad accompagnarlo ad assistere ai formula crono, alle gimkane e alle gare di kart della zona. La prima vera esperienza di un rally da spettatore fu nel 1998 al Rally Città di Bassano, a cui poi ne seguirono molti altri sempre a bordo strada. L’amico di famiglia Giorgio Simioni, navigatore fisso all’epoca di Luca Gobbo, cominciò a spiegargli i meccanismi delle gare e Mattia non poté fare altro che avvicinarsi ulteriormente al magico mondo del rally. L’unico pensiero di Mattia era ormai quello di salire su una vera auto da corsa. Al Rally di Montebelluna del 2009 ci fu la svolta. Un amico del padre, Daniele, con una battuta gli chiese quando avrebbe fatto gareggiare anche il figlio e, quello che doveva essere uno scherzo si tramutò in iscrizione al Rally del Grifo. Affiancato dall’esperto Giorgio concluse terzo di classe a bordo di una Fiat Uno Turbo gruppo N. Con il morale alle stelle riuscì lo stesso anno, con grandi sacrifici, ad iscriversi anche al Rally Città di Bassano, questa volta navigato da Fabio Lazzarotto.

Nel 2010 entrò a far parte della neo nata ASD Motorsport e, sempre a bordo della Fiat Uno Turbo, corse al Rally Città di Schio con Giorgio Simioni dove si piazzò secondo di classe e partecipò al Rally Città di Bassano classificandosi terzo di classe.

Nel 2011 navigato da Andrea Basso al Rally Città di Schio secondo di classe, sempre Fiat Uno Turbo, mentre ad agosto dello stesso anno, dopo aver cambiato auto, ottiene un terzo di classe con una Peugeot 106 N2 al Ronde di Negrar. Concluse l’anno con il Ronde del Palladio a novembre, navigato da Lazzarotto, ottenendo un discreto sesto posto.

Il 2012 lo vede protagonista di un nuovo cambio di auto, una Citroen AX GTI con la quale si aggiudica ben due prove speciali al Rally Città di Schio terminando poi in seconda posizione di classe. Questo è l’anno in cui deve ritirarsi al Rally Città di Bassano causa rottura di un semiasse, gara che lo vedeva a poca distanza dal primo in classifica. Grande la delusione di Mattia e del navigatore Rudy Tessaro. Navigato da Matteo Valerio al Ronde del Palladio, chiude poco fuori dal podio la gara.

Dopo uno stop forzato di un anno e mezzo causa mancanza budget, si iscrive nel 2014, anche grazie a Sport & Comunicazione, al Rally Città di Bassano. Navigato da Rudy Tessaro, domina, a bordo della Peugeot 106 N2 della Leon Competition, la classe N2 composta da ben 23 equipaggi. Nell’ultimo giro di prove speciali però succede l’inghippo; un probabile errore di cronometraggio lo relega in quarta posizione dopo la Ps Valstagna e nelle rimanenti due prove, da percorrere in notturna, non riesce a recuperare il distacco accumulato. Conclude quarto di classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *