SALENTO CON POCO SOLE PER I NOSTRI PILOTI – SALENTO WITH VERY LITTLE SUNSHINE FOR OUR DRIVERS

48° Rally del Salento che termina sfortunatamente anzitempo per Lugano-Pozzi e Cagni-Salgaro: i primi, su Renault Clio R3 avevano iniziato il rally con il piglio giusto e si erano portati in una buona posizione, ma purtroppo nella PS4 la loro gara ha avuto fine a causa di un’uscita di strada, per fortuna senza conseguenze per l’equipaggio a parte il rammarico di non aver potuto finire un rally che era ben cominciato; rally che è purtroppo durato ancora meno per la Suzuki Swift N2 di Cagni-Salgaro: una prova cronometrata e una in trasferimento per poi rimanere a piedi a causa di una rottura meccanica che sfortunatamente pregiudica il loro punteggio nel Trofeo Suzuki, sperando di potersi rifare nella prossima gara del Trofeo: il Rally della Lanterna fra 3 settimane.

“Durante il viaggio di rientro – racconta Lugano – chiacchierando col mio naviga Alessandro, sono uscite impressioni molto positive sulla nostra “corta” gara salentina, a partire dalle sostanziali regolazioni di assetto per un asfalto così particolare. L’aiuto di Miele Racing è stato fondamentale, in modo particolare i consigli di Fabio, nostro angelo custode.

La prova serale in pista ci ha convinti che eravamo sulla strada giusta, facendo segnare un buon tempo, alla ripartenza del mattino dopo eravamo molto motivati, ed infatti sul primo passaggio di Ciolo il tempo era poco distante da un grande esponente della nostra classe. Poi purtroppo, dopo aver percorso con un buon passo i primi 3 km di Specchia 1, arriva l’errore su un masso in un leggero destra, con conseguente ritiro.

Però questo mi ha fatto capire quanto sia difficile guidare al limite in strade molto strette e con un margine di errore pari a zero. Ottimo bagaglio di esperienza accumulato in una location splendida che fa capire quanto è bello il nostro Paese.

Ci presenteremo al rally della Lanterna pronti a dar battaglia fino all’ultima PS.”

Queste invece le parole di Salgaro:

“Gara cominciata con un buon tempo nella prima prova nel kartodromo di Torre S. Giovanni, con un vantaggio di un paio di secondi sul secondo di Trofeo Suzuki.

La prima prova del secondo giorno non è stata disputata a causa di un’uscita di una delle prime vetture mentre sulla prova successiva, “Ciolo 1”, dopo una prima parte di Ps convincente ci siamo dovuti ritirare a causa della rottura di un semiasse.

Purtroppo non è stato possibile avere un metro di paragone con gli avversari del trofeo ma le sensazioni per il futuro sono buone.”

 

48° Rally of Salento that unfortunately ends prematurely for Lugano-Pozzi and Cagni-Salgaro: the first, on Renault Clio R3 had started the rally with the right look and they had brought themselves in a good position, but unfortunately in PS4 their race came to an end after going off the road, fortunately without consequences for the crew except the regret of not being able to finish a rally that had begun well; rally that unfortunately lasted even less for the Suzuki Swift N2 of Cagni-Salgaro: a special stage, a transfer stage and then they remained on foot because of a mechanical failure that unfortunately affects their score in the Suzuki Trophy, hoping to be able to redo themselves in the next round of the Trophy: the Rally of Lantern in 3 weeks.

“During the return trip – tells Lugano, chatting with my co-driver Alessandro – I came out with very positive impressions on our “short” rally of Salento, from substantial adjustments to trim an asphalt so special. The help of Miele Racing was crucial, especially the advice of Fabio, our guardian angel.

The evening stage on the circuit has convinced us that we were on the right track, clocking a good time to restart the next morning motivated, and in fact the first passage of Ciolo the time was not far from a great representative of our class. Then unfortunately, after traveling with a good pace the first 3km  of Specchia 1, it came the mistake on a boulder in a slight right, resulting in retirement.

But this made me realize how difficult it is to drive to the limit in very narrow streets and with a margin of error of zero. More experience accumulated in a wonderful location that made us understand how beautiful our country is.

We’ll present ourselves to rally Lantern ready to battle until the last stage.”

Other words instead by Salgaro:

“The Race started with a good time in the first stage in the kart track of Torre S. Giovanni, with a lead of a couple of seconds on the second of the Suzuki Trophy.

The first round of the second day was not held due to a crash of one of the first cars while on the stage after, “Ciolo 1”, after a convincing first part of stage, we had to withdraw due to a broken driveshaft.

Unfortunately it was not possible to have a real comparison with the opponents of the trophy but the feelings for the future are good. “

LUGANO-SALGARO-POST SALENTO 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *