ADRIATICO DOLCE AMARO PER MAURO MARCHIORI

L’appuntamento di questo weekend con il CIR e TRT ci ha sicuramente riservato tantissimo spettacolo e sorprese, con le auto che hanno corso lungo lo sterrato delle Marche fra venerdì e sabato per il piacere del pubblico. Alessandro Taddei e Mauro Marchiori, che erano riusciti a prendere la testa della loro classe in R4 sin dalla seconda speciale e avevano addirittura raggiunto il nono posto nella classifica assoluta, hanno dimostrato grandi capacità di guida a bordo della Mitsubishi Lancer Evo IX. Una doppia foratura alla penultima prova ha impedito loro di concludere una gara sino a quel momento condotta perfettamente.

Queste le parole di Mauro Marchiori:
“Il nostro Rally dell’Adriatico finisce con una doppia foratura ad una sola speciale dal termine della gara. Un vero peccato, ma bisogna dire che fino a quel momento stavamo conducendo un buon rally saldamente in testa alla nostra classe e con il nono posto assoluto già in tasca. I miei ringraziamenti vanno ad Alessandro Taddei, il quale mi ha fatto divertire con i suoi traversi e ha dimostrato ancora una volta tutto il suo valore sugli sterrati marchigiani, d’altronde i tempi in prova parlano chiaro. Non posso fare a meno di citare la nostra scuderia, la CAR RACING, a cui mi unisco in questo grande momento di gioia per la vittoria assoluta di Umberto Scandola.”

The appointment of this weekend with the CIR and TRT has surely dedicated much spectacle and surprises, with the cars that raced along the dirt road of Marche between Friday and Saturday for the pleasure of the public. Alessandro Taddei and Mauro Marchiori, who had managed to take the head of their class in R4 since the second stage and had even reached the ninth place in the overall standings, have shown great driving skills aboard the Mitsubishi Lancer Evo IX. A double puncture on the penultimate test has prevented them from concluding a race until then conducted perfectly.

These are the words of Mauro Marchiori:
“Our Adriatic Rally ends with a double puncture to one special after the race. A pity, but it must be said that until then we were leading a good rally firmly in the lead in our class and with ninth place overall in our pocket. My thanks to Alessandro Taddei, who entertained me with his drifts and has once again demonstrated his skills on the gravelry roads of Marche, however the times are clear proof. I can not help but mention our stable, CAR RACING, to which I join in this great moment of joy for the victory of Umberto Scandola.

Adriatico dolce amaro per Marchiori

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *