SERNAGIOTTO E LA TATUUS OK NEI TEST DI VALLELUNGA

mime-attachment (1)

Abbiamo fatto davvero un ottimo lavoro, portando avanti lo sviluppo sulla vettura. In due giorni abbiamo percorso circa 800 km senza alcun problema, riuscendo a girare con ottimi tempi, e alla fine non posso che ritenermi soddisfatto. A parlare è Giorgio Sernagiotto, che martedì e mercoledì di questa settimana ha sostenuto sul circuito di Vallelunga, assieme al suo compagno di squadra Roberto Lacorte, due intense giornate di test al volante della Tatuus PY012 della Celadrin MSR Corse. 

Dopo la prima uscita sul circuito spagnolo di Montmeló a metà febbraio, a Vallelunga il pilota veneto ha avuto modo di mettere alla frusta la biposto CN2 in configurazione VdeV, in vista della 6 Ore di Barcellona che darà il via alla stagione. “Io e Roberto abbiamo completato assieme 205 giri. La nostra decisione è stata quella di adottare un set-up standard, per non venire influenzati dalle scelte tecniche dello scorso anno. In un certo senso si è trattato di azzerare tutto per provare differenti soluzioni”. 

Il primo giorno, con il sole, Lacorte ha effettuato 66 tornate, il doppio dei giri percorsi da Sernagiotto. Mercoledì, nonostante la pioggia abbia condizionato la sessione pomeridiana, si è quindi puntato alla prestazione. Ed i risultati sono stati tutt’altro che deludenti, con il miglior tempo di 1’33”379 ottenuto proprio da Sernagiotto con una vettura in totale configurazione “endurance”: gomme Michelin di mescola più dura e propulsore in linea con il regolamento VdeV (circa 500 Cv in meno di potenza rispetto a quello impiegato nel Campionato Italiano, per via del limitatore di giri).

In pista si è visto anche Max Gazzè, spettatore (e non soltanto) assolutamente interessato. Il cantante, amico di Sernagiotto, ha infatti effettuato una decina di tornate cronometrate impressionando positivamente tutti e girando sull’ottimo passo di 1’38” con pneumatici usati. C’è poi da aggiungere che era la prima volta che Gazzè guidava la biposto Tatuus e non è escluso che possa quest’anno prendere parte a qualche gara.

Oltre a Sernagiotto, Lacorte e Gazzè, al test era presente lo “scalatore” Severino Gallini, che ha svolto una mezza giornata di prove per valutare un suo impegno nel VdeV con la Celadrin MSR Corse.

Ultima nota, anch’essa positiva, per Adriano Riccardo Ostan, che sotto lo sguardo attento dello stesso Sernagiotto (in questo caso impegnato nel ruolo di driver-coach) ha fatto il suo debutto in un vero test ufficiale con una Maserati Trofeo, girando in 1’49” ed acquisendo la licenza internazionale.

Parte 1.2.31

Diventa fan di Giorgio Sernagiotto! Clicca “Mi piace” sulla sua pagina facebook!

mime-attachment (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *