TROFEO ITALIANO AMATORI

Massimiliano Troiani (Yamaha) coglie nella 600 Pro la prima vittoria della sua carriera, al termine di esaltante duello a distanza ravvicinata con Giuseppe Cannizzaro (Yamaha) e Giacomo Luminari (Honda), mentre è lo stesso Cannizzaro a fregiarsi del titolo, confermando la leadership che aveva conquistato nel quarto round di Vallelunga. E’ stata una gara bellissima quella della 600 Pro che ha sottolineato il valore della categoria “top rider” del Trofeo Italiano Amatori non solo per la sua spettacolarità ma anche per le doti di guida e la maturità agonistica che hanno messo in mostra i suoi protagonisti. Spariti gli “anfibi” che avevano monopolizzato le prove, Troiani, Cannizzaro e Luminari fin dalle prime battute hanno salutato il gruppo pur essendo partiti, rispettivamente, dalla seconda, terza e quarta fila; poi se le sono infatti date di santa ragione per dieci giri, rimanendo chiusi in un fazzoletto ma non hanno mai rischiato oltre il dovuto. Alle loro spalle di una gara strepitosa si è reso protagonista il sedicenne salernitano Alfonso Coppola (Yamaha), già messosi in luce a Vallelunga, che è partito dalla 27.a posizione della griglia, ha rimontato praticamente tutto il gruppo ed ha segnato il giro più veloce, prima che Troiani e poi Canizzaro riuscissero ad abbassarlo ulteriormente, con una velocità massima tra le più basse. Ma nell’elogio collettivo devono rientrare anche, nell’ordine, Andy Rossi (Yamaha), potenziale pretendente alla corona, che ha rimontato fino al quinto, posto; Manuel Zambelli (Yamaha), che si è imposto nella Over e ringrazia l’ASD Motosport e il meccanico Matteo, ed i vari Nocivelli (Honda), Andolfatto (Kawasaki), Sereni (Yamaha) e Zambino (Triumph) che hanno animato le posizioni di rincalzo. L’umbro Paride Sereni era l’altro rivale di Cannizzaro nella corsa al titolo ma dopo delle qualifiche disastrose sul bagnato, si è comunque battuto con generosità, risalendo dalla 22.a alla 9.a posizione. 

 

[nggallery id=7]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *