TROFEO ITALIANO AMATORI

Gara ricca di colpi di scena quella che ha aperto il quarto round del Trofeo Italiano Amatori sul circuito Taruffi di Vallelunga, con vittoria del pontino Giuseppe Cannizzaro (Yamaha) che, favorito anche dalle cadute di Paride Sereni (Yamaha) e Andy Rossi (Yamaha), rispettivamente primo e secondo della classifica generale, prima dell’appuntamento romano, passa saldamente al comando dell’assoluta e prova a mettere una seria ipoteca sul titolo 2013. Cannizzaro, partito con il secondo crono, allo start ha bruciato tutti prendendo la testa della corsa che poi ha mantenuto fino alla bandiera a scacchi. Dietro il trentottenne laziale si sono subito incollati Rossi e le wild card Michele Cloroformio e Maurizio Bottalico, (tutti su Yamaha), quest’ultimo al rientro alle competizioni dopo otto anni di stop, a seguito di un gravissimo incidente a Binetto che lo eliminò prematuramente dalle scena motociclistica, nel momento di massima ascesa. Al termine del primo giro il quartetto prosegue nello stesso ordine mentre il leader del campionato Paride Sereni viene scavalcato da Alfonso Coppola, si prosegue così fino al quarto passaggio, quando Cloroformio stampa il momentaneo giro veloce e si avvicina notevolmente al battistrada. Alla tornata successiva il primo colpo di scena, la caduta di Sereni che prontamente viene segnalata a Cannizzaro, il quale ristabilisce le distanze su Cloroformio che poco dopo viene superato da Rossi (giro veloce in gara). Il veneto si mette subito alla caccia del battistrada, ma all’ottavo passaggio alla curva Campagnano gli si chiude lo sterzo e non riesce a evitare la caduta, così esce di scena anche il secondo della classifica generale; a questo punto Cannizzaro ha la grande occasione di fare il colpaccio, vincere la gara e passare saldamente al comando del torneo. La cosa gli riesce senza prendere inutili rischi, visto il vantaggio che ha sull’immediato inseguitore Cloroformio e così controlla la corsa fino alla bandiera a scacchi che dopo Cannizzaro sventola nell’ordine davanti alle visiere di Cloroformio e Bottalico, autore di un fantastico ritorno sulla scena, che nel finale ha la meglio su Coppola; quinto chiude il romano Massimiliano Troiani, contento della prestazione sul circuito casalingo. Eccellente prestazione anche del veneto Manuele Zambelli (Yamaha) che, giunto a 40 anni, sta conoscendo una sorta di nuova giovinezza: per lui sesto bottino assoluto di giornata, con rimonta dall’undicesimo posto, e prima posizione nella speciale classifica degli over “anta”. Con la vittoria Cannizzaro conduce con 720 punti, Sereni rimane fermo a 570, terzo Rossi a 510.

[nggallery id=8]

Altro weekend sfortunato. Prima volta su questa pista ma comunque mi piace molto il tracciato. Weekend caldissimo, nelle qualifiche bisogna fare il tempo nella Q1 alla mattina ma purtroppo non ero apposto con la moto. Nel Q2, con alcune modifiche, risalgo al settimo posto ma oramai nel caldo del pomeriggio era impossibile fare meglio di chi era davanti nel Q1. In gara nel primo giro alle Cimini vado lungo e mi ritrovo circa 25/30 esimo. Recupero fino alle 15esima posizione ma oramai il gruppo davanti era scappato.

 

[nggallery id=9]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *